Congo Brazzaville

PREMETTO tra guerra e covid non sono sicuramente tempi che danno speranza per il futuro, per progettare e pianificare un viaggio ma, per evitare di cadere nella trappola dell'immobilismo, della paura, è oggi, quanto mai importante farlo! 

il Viaggio

Finalmente riesco ad organizzare un viaggio nella Repubblica del Congo, meglio conosciuta come Congo Brazzaville per non confonderla con l'altro Congo, un'idea, un'intuizione che mi ha portato a conoscere una guida straordinaria con cui pianificare questa meravigliosa avventura: è la vera Africa, un paese sconosciuto al turismo, l'Africa verde, rigogliosa, fatta di fiumi e foreste, e poi è il Paese dell'esploratore italiano Pietro Savorgnan di Brazza' , il più umano di tutti, tanto che soltanto a lui è concesso ancora oggi che una capitale, una città, conservi il suo nome, Brazzaville appunto. Comprendo che il prezzo del viaggio è piuttosto elevato, ma è un Paese dove non esiste turismo non c'è concorrenza e soprattutto bisogna affidarsi ai migliori, solo i tre parchi che visiteremo prendono circa 1/3 dell'importo. Avremo un contatto diretto con gorilla e scimpanzé, navigheremo fiumi, una vera e propria avventura. E' un viaggio adatto a chiunque, non ci sono particolari trekking impegnativi, e copriremo l'itinerario in jeep 4x4, Toyota Hilux o Prado. 

224327_w-1540_h-870_q-70_m-crop.jpg
187393_w-1540_h-870_q-70_m-crop.jpg

l'Itinerario

24 settembre, sabato: partenza da Roma o Milano con volo Ethiopian, scalo ad Addis Abeba

25 settembre, domenica: arrivo a Brazzaville alle 11:10 del mattino. Visita del mausoleo di Pietro Savorgnan di Brazzà, city tour della capitale con le rapide del fiume Congo, la Saint Anne Basilic, il mercato locale e incontro con i celebri "Gentlemen of Bacongo".Notte a Brazzaville.

26 settembre, lunedì: trasferimento da Brazzaville alla riserva naturale dei gorilla di Lésio-Louna-Léfini a circa 3 ore di strada. A nord di Brazzaville, nel dipartimento del Pool, in una vasta area verde equatoriale sorge questa splendida riserva dove avremo un contatto diretto con i gorilla, c'è perfino una "nursery" dove vengono raccolti tutti i piccoli abbandonati che poi pian piano vengono reintrodotti nel loro habitat. Trekking facoltativo al monte Ipopé e scoperta del "Blue Lake".  Notte a Lesio-Louna, sistemazione essenziale. 

27 settembre, martedì: risveglio nel cuore della foresta e poi un lungo trasferimento fino alle grotte Nkila-Ntari nella regione di Bouenza (300 km circa), all'interno ci sono piscine dove è possibile fare il bagno. Proseguiamo poi per Dolisie dove passeremo la notte. 

28 settembre, mercoledì: giornata dedicata al "Blue River", in canoa alla scoperta del fiume, per poi tornare a dormire a Dolisie. 

29 settembre, giovedì: giornata nella foresta, alla scoperta di una delle meraviglie della regione Niari, le cascate Sossi. Poi dormiremo a Dimonika. 

30 settembre, venerdì: visita di villaggi e foresta nel cuore del Mayombe, qui incontreremo minatori d'oro poiché dal periodo coloniale molte miniere sono state scavate. Notte a Dimonika. 

1 ottobre, sabato: trasferimento da Dimonika alle "portes du Mayombe", quindi a "Les Saras". Le "Portes du Mayombe" sono a Malemba al km 117 della vecchia linea ferroviaria dell'oceano, due enormi rocce che rappresentano una porta mistica e antica, piena di leggende ancestrali. Les Saras invece è un prospero villaggio che vive del commercio delle banane, del legno e dell'oro. Poi strada per Pointe-Noire dove dormiremo.

2 ottobre, domenica: da Pointe-Noire 150 km fino al gate del "Conkouati-Douli National Park" qui inizia la parte più bella del viaggio, inizieremo probabilmente con un safari in barca per avvistare gli scimpanzé. Notte al lodge nel parco. 

3 ottobre, lunedì: Intera giornata nel parco nazionale di Conkouati-Douli, con possibilità di avvistare gorilla di pianura, scimpanzé, elefanti, sitatunga, mandrilli, leopardi e bufali. Questo parco istituito nel 1999 contiene un enorme varietà di ecosistemi: dalla savana alla foresta, alle mangrovie. Nel parco vivono circa 3000 persone del gruppo etnico Loumbou, i cui villaggi sono concentrati nella zona della laguna. Notte nel lodge del parco. 

4 ottobre, martedì: navigheremo il Ngongo River nel parco poi ritorneremo a Pointe-Noire, e notte al Malonda lodge, sull'atlantico, al mare. 

5 ottobre, mercoledì: relax al mare e piccole escursioni come: la visita del museo "Ma Loango de Diosso", la strada degli schiavi e la spiaggia di Loango, la stazione ferroviaria, notte al Malonda lodge. 

6 ottobre, giovedì: relax al mare e trasferimento serale a Pointe-Noire

7 ottobre, venerdì: alle 14:15 volo Pointe-Noire/Addis Abeba/Roma o Milano, dove arriveremo sabato mattina presto.

PREZZO: il prezzo è in funzione dei partecipanti e del numero delle jeep 4x4 necessarie. Il prezzo comprende tutto: escursioni, hotel, colazioni, pranzo (sandwich), cena, auto, benzina e VISA. Non comprende tutto ciò che è extra al Congo: volo aereo internazionale e assicurazione personale. 

7 pax: 3880 euro

8 pax: 3980 euro

9 pax: 3780 euro

10 pax: 3680 euro

11 pax: 3480 euro

12 pax: 3580 euro

13 pax: 3430 euro 

14 pax: 3330 euro 

PARTECIPANTI IN TEMPO REALE: 10/11 PAX pochi posti disponibili

CONDIZIONI di INGRESSO: è necessario il VISA il cui costo è compreso nella quota di partecipazione, e mi occuperò io di prenderlo a Roma per tutti. 

VACCINAZIONI OBBLIGATORIE: febbre gialla 

BIGLIETTO AEREO INTERNAZIONALE: ognuno deve acquistarlo per proprio conto, è auspicabile che tutti prendiamo lo stesso volo anche perché quello che ho scelto con "Ethiopian Airways" è il migliore come scali, prezzo e città di partenza Milano e Roma.