Dancalia 3

dal 17 febbraio al 24 febbraio

Solo 2 posti disponibili !!!!

Da quando nel 2013 ho creato "Ospiti in Africa" questa è la 3° volta che propongo lo stesso viaggio in Dancalia, perché? Innanzitutto perché è veramente bello, collaudato, perfetto a qualsiasi calcolo tempistico: una meravigliosa, breve avventura immersi in un paesaggio surreale, psichedelico, primordiale, qualcuno ha scritto che la Dancalia è il luogo più simile, il luogo che più assomiglia al giorno della Creazione! Vulcani, gyser, sterminate pianure di sale, laghi salati, caldo tanto caldo, e qualche solitario Afar, il popolo della Dancalia, l'irriducibile gruppo etnico che abita e vive a cospetto di una natura violenta, dura, non per chiunque. Per vivere in Dancalia bisogna essere Afar o uomini eccezionali, anche se per noi viaggiatori sarà solo splendore degli occhi che ricompenserà qualche inevitabile disagio del viaggio. 

 L'impressionante caldera dell'Erta Ale                                                 l'idea di infinito che trasmette la Piana del Sale                              i colori psichedelici di Dallol 

Itinerario

venerdì 17 febbraio: partenza dall'Italia con volo serale Ethiopian diretto sia da Roma che da Milano su Addis Abeba. Tuttavia ognuno è libero di raggiungere la capitale etiope anche prima o con un altro volo, su richiesta posso aiutare ad organizzare la logistica. 

sabato 18 febbraio: arrivo al mattino presto, incontro con lo staff dell'agenzia etiope, colazione e trasferimento in hotel per depositare i bagagli. In seguito visita della città. Nel corso della visita si vedrà il Museo Nazionale interessante per i reperti sabei e per i resti di Lucy, un ominide vissuto nella valle dell'Awash tre milioni e mezzo di anni fa e il Museo Etnografico, che possiede una splendida collezione di strumenti musicali e di croci copte, nonché le stanze dove abito l'imperatore Hailé Selassié. Pranzo in corso di visite. Nel primo pomeriggio visita della cattedrale della santissima trinità e infine si raggiungerà la collina di Entoto, il punto più panoramico della città. Cena e pernottamento in hotel, 4 stelle.

domenica 19 febbraio: volo domestico Addis Abeba/Semera delle 07:00 del mattino. Da Semera, partenza per il vulcano Erta Ale e pranzo lungo il percorso, 380 km, 6/7 ore. Una volta giunti a Kursawat si completano le ultime formalità con i capi Afar, si organizzano i cammelli e si pranza, da Kursawat al campo base Erta Ale sono ancora 25 km, all'arrivo ci si riposa un pò e si aspetta il tramonto per salire, circa 1 ora di trekking facile. Una volta arrivati , si scende nel cratere fino all'orlo della caldera. Lo spettacolo è unico, nessuna parola può prepararvi alle emozioni che vivrete. Ognuno può indugiare sulla caldera tutto il tempo che desidera. Discesa al campo base per cena e pernottamento in tenda.

lunedì 20 febbraio: Prima colazione e partenza per Ahmed Ela. La nuova strada non è ancora stata completata, a tratti, è una pista in mezzo alla sabbia sulla quale le macchine procedono lentamente. Pranzo lungo la strada. All’arrivo, nel pomeriggio, dopo un veloce snack, escursioni sul lago salato Assale in attesa del tramonto e immersione nella pozza in mezzo alla piana. Potrebbe anche esserci l’opportunità di ammirare il rientro dal lago, delle lunghe carovane di cammelli che si incamminano verso Macalle’. Cena e pernottamento in campeggio.

martedì, 21 febbraio: Prima colazione. Partenza per Dallol, il punto più basso del continente: circa 116 metri sotto il livello del mare. All’arrivo alla base della bassa collinetta, si procede a piedi per circa una mezz'ora fino a raggiungere la cima. Lo spettacolo che si apre alla vista e le emozioni che si provano sono difficili da spiegare. É un luogo unico, pieno di colori accesi e di formazioni saline tutte diverse. Al termine della visita si raggiunge il “lago Giallo”. Ritornando verso Ahmed Ela, con un po’ di fortuna, si potrà osservare il processo di estrazione e lavorazione manuale del sale per formare le tavolette, di circa sette chili l’una, che verranno poi caricate sui cammelli e portate al mercato a Macallè. Pranzo al sacco. Si prosegue per il lago Afdera e visita delle saline sulla sua riva. L’acqua salata del lago viene pompata in grandi vasche scavate nel terreno successivamente isolate con teli di plastica. Una volta che tutta l’acqua è evaporata il sale viene raccolto e il processo ricomincia. Cena e pernottamento in campeggio in riva al lago.

mercoledì, 22 febbraio: Prima colazione e partenza per visitare i geyser di Alalobed. Pranzo al sacco. Si ritorna a Semera dove si arriva nel tardo pomeriggio. Belli i paesaggi vulcanici lungo la strada. Cena e pernottamento in albergo. Lunga tappa di trasferimento circa 6/7 ore.

giovedì, 23 febbraio: Prima colazione e partenza, presto al mattino, per il Parco Nazionale dell’Awash. Pranzo lungo la strada. All’arrivo relax nel lodge dove ci si potrà bagnare nelle acque termali della piscina e breve game drive nel parco. Cena e pernottamento al lodge. 

venerdì 24 febbraio: Presto al mattino partenza per effettuare un game drive nel parco. Si potranno avvistare kudu minori, kudu maggiori, orici, dik-dik e gazzelle. Una volta terminato il game drive, colazione e proseguimento verso Addis Abeba. Pranzo lungo la strada. Arrivo ad Addis Abeba nel pomeriggio e visita del quartiere di Merkato, Qualche anno fa era il mercato all’aperto piú grande d’Africa, dove si può acquistare di tutto, dal cibo, agli oggetti in paglia, dai monili agli abiti fatti a mano con materiali di riciclo. Camere in day use per relax prima di cena (una camera ogni 4 pax). Cena in un ristorante tipico con canti e balli tradizionali e trasferimento in aeroporto per il volo internazionale

sabato 25 febbraio: arrivo al mattino presto in Italia

QUOTE:

7 PAX: 2100 euro

8 PAX: 1900 euro

9 PAX: 1800 euro

10 PAX: 1550 euro

11 PAX: 1580 euro

12 PAX:  1500 euro 

13 PAX: 1450 euro

14 PAX:  1400 euro

15 PAX: 1400 euro

LA QUOTA COMPRENDE

Trasferimenti con veicoli fuoristrada con carburante e autista, guida parlante italiano, alloggio in pensione completa, materiale da campeggio (tranne il sacco a pelo, anche se in Dancalia fa talmente caldo che potrebbe bastare un sacco lenzuolo) e cucina, giorni di campeggio a pensione completa con cuoco, veicolo d’appoggio per emergenze e trasporto materiale da campeggio e cucina, acqua minerale ai pasti ed in viaggio, ingressi alla zona Afar, scout e milizie.

LA QUOTA NON-COMPRENDE

Volo internazionale, volo interno, mance, bevande, ingressi per videocamere, assicurazione personale di viaggio, visto di ingresso in Etiopia costo 50 euro. 

CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE AL VIAGGIO:

io non sono un'agenzia di viaggio: mi occupo unicamente di far da tramite tra il gruppo e l'agenzia turistica locale che organizza il viaggio, prendendomi cura delle esigenze di ognuno. E' necessario sottoscrivere un'assicurazione personale e versare come acconto con bonifico internazionale un importo di 300 euro direttamente all'agenzia Etiope che organizza il viaggio. 

VISA: si prende in arrivo al costo di 50 $

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna